Il profumo del sole

 

C’è un luogo in cui il tempo è fermo, le stagioni si susseguono ma non trascorrono.

Ricordo l’acqua della fonte che gelida bagnava le labbra, il mento, il collo e correva giù per la gola quasi dolorosa. La bevevo così avidamente da desiderare di prosciugarla. Ero una bambina con alle spalle ore di corse nei prati a cercare tesori e lucertole.

Ricordo il profumo dei campi, del raccolto, della terra sotto le unghie; l’odore acre di una ferita sanguinante. Ogni giorno l’avventura ricominciava e mai era uguale a quella vissuta il giorno prima.

Ricordo la fantasia e ne ricordo il colore. Era gialla, verde, blu, rossa.
Ricordo la fantasia e ne ricordo il profumo. Era quello del sole e del grano.

C’è un luogo in cui il tempo sembra essere fermo, le stagioni si susseguono e pare non trascorrano.

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...